Home / #OltreUnipa / Borse di studio sulla valorizzazione del Patrimonio Storico
68f64dad6b294f89f065a57e1a6c6bd4-kPMF--835x437@IlSole24Ore-Web

Borse di studio sulla valorizzazione del Patrimonio Storico

Dall’Associazione Valorizzazione del Patrimonio Storico San Gemini (Onlus) è stato indetto un bando di concorso rivolto a studenti universitari finalizzato all’acquisizione di elementi e di tecniche utili per la conservazione e il restauro di beni culturali.

Il progetto sarò da svolgersi nel seguente ambito: “San Gemini Historic Preservation Studies”, secondo il programma dei corsi per il 2017, rilevabile dai siti: www.sangeministudies.org

Possono partecipare alla selezione gli studenti universitari di nazionalità italiana residenti in Italia, regolarmente iscritti ad Università italiane almeno al secondo anno di corso e gli studenti già laureati negli anni accademici, 2014-2015, 2015-2016 e 2016-2017, nelle seguenti Facoltà: Conservazione dei Beni Culturali, Conservazione dei Beni Architettonici e Ambientali, Conservazione e restauro del Patrimonio storico-artistico, Archeologia, Storia dell’Arte, Architettura, Ingegneria civile, Altre Facoltà equiparate alle precedenti.

Ogni candidato ha l’obbligo di frequenza ai corsi, compreso il soggiorno in San Gemini per 5 giorni alla settimana (lunedì-venerdì) assieme agli studenti stranieri nel periodo di svolgimento del corso al quale si è ammessi e di partecipazione alle lezioni in aula e alle esercitazioni in cantiere e in laboratorio.

I candidati devono possedere una buona conoscenza della lingua inglese che costituisce requisito essenziale per l’ammissione ai corsi; dimostrare conoscenze di ordine generale nella conservazione e nel restauro dei beni culturali; possedere elementi di conoscenze basilari in architettura, storia dell’arte e archeologia; saper usare i principali programmi informatici.

La selezione avviene per titoli e in base alle valutazioni riportate nel colloquio con le modalità indicate negli articoli successivi del  bando QUI allegato.

La borsa di studio consiste nella partecipazione gratuita a ciascuno dei corsi del programma 2017 la cui iscrizione sarebbe costata 3.400 o 5.100 USD a seconda della tipologia degli stessi corsi.

Gli ammessi ai vari stages dovranno comunque versare la somma di € 350,00 per l’alloggio a San Gemini e sarà loro richiesto – per alcune tipologie di corsi – l’acquisto di materiali didattici di uso personale ed eventuale abbigliamento secondo le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

I corsi specificati nel sito sopra menzionato riguardano la conservazione e il restauro architettonico/superfici lapidee, il restauro della ceramica archeologica, il restauro della carta, le tecniche della pittura tradizionale, il restauro delle rilegature storiche.

Le borse di studio sono offerte dall’Associazione Valorizzazione del Patrimonio Storico di San Gemini, nel quadro del rapporto di collaborazione tra questa associazione e l’International Institute for Restoration and Preservation Studies di New York che gestisce il programma di “San Gemini Preservation Studies” (vedi scheda allegata).

Le domande di partecipazione alla selezione, redatte in carta semplice, firmate dagli aspiranti, dovranno pervenire alla sede dell’Associazione in San Gemini, Via Campo di Fiori n. 3, CAP 05029, in busta chiusa entro e non oltre il giorno 30 aprile 2017.

Le domande dovranno essere redatte mediante la compilazione del form allegato, indicando tutte le informazioni richieste dal bando.

 

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza da parte dell’International Institute for Restoration and Preservation Studies di New York.

QUI il bando per maggiori informazioni

Riguardo Gaia Butticè

Gaia Butticè
Nata ad Agrigento il 12/03/1991, vivo tra Favara e Palermo. Ho una laurea in Lettere e sono al momento iscritta al secondo anno di Filologia moderna e italianistica

Leggi anche

settimana della prevenzione

Settimana della prevenzione, a novembre 40 punti di incontro in tutta l’Isola

Al via la settimana della prevenzione, un progetto che partirà il 25 novembre per intervenire sulla conoscenza delle malattie sessualmente trasmissibili e promuoverne la prevenzione. Su iniziativa dell'assessorato per la salute le aziende sanitarie metteranno a disposizione dei cittadini, fino al primo dicembre, 40 punti di incontro in tutta l'Isola dove saranno svolte attività di informazione, di consulenza medica e psicologica e screening gratuiti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *