Home / #CampusLife / Associazioni universitarie in prima linea per la raccolta differenziata ad Unipa
diff unipa

Associazioni universitarie in prima linea per la raccolta differenziata ad Unipa

All’Università degli Studi di Palermo adesso si fa la raccolta differenziata, grazie alla collaborazione tra Università, Comune di Palermo e Rap, la municipalizzata che si occupa della gestione del servizio di raccolta rifiuti. Per conseguire questo importante obiettivo un ruolo importante l’hanno giocato le associazioni universitarie studentesche, che da tempo chiedevano l’introduzione del sistema di raccolta differenziata anche ad Unipa.

Tutto è cominciato due anni fa quando, nell’ambito del ciclo di seminari “Less is More –  Come e perché dobbiamo ridurre i rifiuti”, realizzato dalle associazioni Synapses, Leaf e A.S.I.UDU Palermo, gli organizzatori hanno pubblicamente chiesto al prof. Paolo Inglese, in rappresentanza dell’Università, a Cesare Lapiana, allora assessore all’ambiente del Comune di Palermo, e a Sergio Marino, ex presidente della Rap spa e attuale assessore all’ambiente, di introdurre un sistema di raccolta differenziata dei rifiuti nell’ateneo palermitano al fine di ridurre i consumi, l’inquinamento e la quantità di rifiuti da gestire. La discussione è proseguita il 17 dicembre 2015, quando le associazioni studentesche, invitate a partecipare ad un tavolo tecnico con rappresentanti dell’amministrazione universitaria, del Comune di Palermo, dell’Ersu, della Rap, hanno formalizzato la richiesta di introduzione della differenziata all’Università e, dopo un anno di discussioni e trattative, finalmente il progetto è partito.

Lo scorso martedì 7 marzo le associazioni sono state invitate a partecipare ad una riunione presso la sala Santangelo dell’ex facoltà di ingegneria per concordare le attività da svolgere in vista dell’imminente avvio della raccolta differenziata. In particolare i ragazzi delle associazioni Onda Universitaria e Vivere Ateneo si sono occupati di collocare i carrellati presso tutti i dipartimenti, di distribuire i cestini a tutti gli uffici e di appendere i manifesti che invitano gli studenti a differenziare. L’attività di informazione e sensibilizzazione della comunità universitaria è però solo all’inizio e, in questo, il contributo delle associazioni sarà fondamentale.

raccolta differenziata

Riguardo Eliseo Davì

Eliseo Davì
Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e ho collaborato con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.

Leggi anche

bus navetta

Unipa: attivo il nuovo servizio bus navetta

Dal lunedì al venerdì due navette porteranno a bordo studenti, lavoratori e visitatori per lasciarli davanti i vari edifici di viale delle Scienze. Sono ben 11 le fermate previste.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *