Home / #ErsuCultura / Tra artigiani e spettacoli Mimmo Cuticchio allestisce il Carnevale dei Pupi
Foto di Giorgia La Marca
Foto di Giorgia La Marca

Tra artigiani e spettacoli Mimmo Cuticchio allestisce il Carnevale dei Pupi

Mostre, maschere, spettacoli, laboratori creativi e, naturalmente, i pupi. Mimmo Cuticchio è l’artefice del Carnevale dei Pupi che verrà allestito, per la prima volta, lungo via Bara all’Olivella a Palermo durante i quattro week end di febbraio.

Foto di Giorgia La Marca
Foto di Giorgia La Marca

Infatti, a partire da venerdì 5, per tutto il mese, le poche botteghe rimaste nella via del centro storico di Palermo apriranno i battenti per dare vita al Carnevale dell’opera dei Pupi. Orefici, giocattolai, miniaturisti, pittori e tornieri riempiranno la strada per mostrare il meglio dell’artigianato palermitano. Un’occasione unica per riscoprire e ammirare un cimelio della tradizione siciliana, l’opera dei pupi, dichiarata dall’Unesco patrimonio orale e immateriale dell’umanità.
Sarà possibile osservare gli artigiani all’opera mentre realizzano le loro creazioni, pezzi unici frutto di un abile lavoro antico, oggi sopraffatto da quello in serie delle industrie.
Spazio anche ai più piccoli che potranno partecipare ai laboratori creativi di giocattoli di legno. Sarà possibile assistere, inoltre, agli spettacoli di Cuticchio nel famosissimo teatrino sito, anch’ esso, in via Bara all’Olivella. Ogni week end uno spettacolo, si comincia con Chianci a nanna che sarà messo in scena alle 18,30 di sabato 6 e domenica 7 febbraio.

Foto di Giorgia La Marca
Foto di Giorgia La Marca

Cuticchio, con i pupi di ieri, racconta i problemi oggi: la disoccupazione, il diritto alla casa, l’arte di arrangiarsi per sopravvivere, la confusione politica. Problemi drammatici affrontati con chiave ironica da personaggi che rappresentano la gente comune, così come si faceva anticamente.
Al laboratorio Cuticchio sarà allestita la mostra L’Opra e le sue maschere popolari che, per la prima volta, racconterà i pupi da farsa. Infine, saranno esposti alcuni pupi storici di Mimmo Cuticchio e i ritratti su tela della pittrice Tania Giordano.

Riguardo Giorgia La Marca

Leggi anche

FICARRA E PICONEfoto di Manuele Cirà

SCUOLA DI CINEMA PIANO FOCALE, ENTRO SABATO 9 NOVEMBRE 2019 LE ISCRIZIONI

Un corso di studi pratico e teorico sull’arte cinematografica e del nuovo cinema indipendente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *