Home / #scoprisicilia / Arte e ospitalità, un progetto che vede coinvolti tanti artisti a Palermo
sdr
sdr

Arte e ospitalità, un progetto che vede coinvolti tanti artisti a Palermo

Arriva a Palermo Afea Art & Rooms, un luogo destinato alla ricettività, ma anche uno spazio dove l’arte e la passione per l’ospitalità convivono sino a fondersi. A caratterizzare il progetto è stata la partecipazione di numerosi artisti: ogni camera, infatti, sarà decorata da un artista che ne darà il carattere distintivo.

dav

Tra gli artisti coinvolti Riccardo Buonafede, fondatore del festival Manufactury Project di Comacchio, ha voluto omaggiare Palermo attraverso alcune immagini ispirate al film “Johnny Stecchino” di Roberto Benigni, collegando l’ironia delle banane alla copertina dei Velvet Underground di Andy Warhol.
Le opere di Riccardo sono caratterizzate dall’interesse per le linee anatomiche dell’essere umano. Si concentra in particolare modo sulle luci e le ombre che definiscono le forme, cercando la morbidezza e la profondità della scultura neoclassica sovrapponendo spesso a uno sfondo eccentrico e colorato che avvicina le sue opere ad una posterizzazione pop, un’elaborazione distorta delle immagini tra modernismo e classicismo.
MANUFACTORY è invece un progetto nato dalla necessità di valorizzare l’arte urbana a Comacchio, paese romagnolo che vanta opere di Blu, ERICAILCANE, LUCY McLachlan, Dzia, kryaon.

dav

I palermitani Igor Scalisi, Boink, Francesco Collura, I mangiatori di patate, Antonio Curcio Giovanni LoVerso, R. Marchetta e G. Spadaro della Grafimated Cartoon oltre al writer bolognese Fabieke, gli attesissimi Street Artist Solo e Diamond oltre al leccese Chekos fondatore del laboratorio urbano 167/B Street sono solo alcuni degli artisti che interverranno all’interno dello spazio. “Vogliamo lasciare un segno tangibile – afferma Salvatore Di Marco, direttore responsabile della Scuola del Fumetto Palermo, che prende parte al progetto, e socio fondatore della società di produzione Grafimated Cartoon – che si sposa anche con l’idea dell’arte sequenziale che è il fumetto. Possiamo incuriosire e allo stesso tempo abbiamo la possibilità di fare qualcosa in uno spazio nuovo e diverso dal solito”.

Riguardo Marta Cianciolo

Marta Cianciolo
Studentessa al corso di studi in Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Palermo.

Leggi anche

giornate-fai-2019

Alla scoperta dei tesori italiani con le “Giornate FAI di Primavera”

Il FAI (Fondo Ambiente Italiano) ha annunciato i luoghi aperti al pubblico durante la 27esima edizione delle "Giornate FAI di Primavera" in programma sabato 23 e domenica 24 marzo 2019. Oltre mille i siti artistici e naturali da visitare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *