Home / #CampusLife / Arriva il Bike Sharing a Palermo
foto: ecobici.info
foto: ecobici.info

Arriva il Bike Sharing a Palermo

Dopo il successo del Car Sharing (con sportello dell’AMAT attivo anche presso la segreteria studenti Unipa) arriva a Palermo anche il Bike Sharing, il servizio di bici condivise che sarà gestito dall’Amat.

Le biciclette, 400 tradizionali e 20 a pedalata assistita, giungeranno in città entro la metà di ottobre e il servizio partirà a fine novembre. La flotta sarà per grandezza la terza d’Italia. Il consiglio di amministrazione dell’Amat i primi di settembre decreterà i costi del servizio, che saranno allineati a quelli delle altre città italiane, prevedendo abbonamenti cumulativi con gli autobus e/o con il servizio di car sharing. Non si sa ancora se saranno previsti sconti o agevolazioni per gli studenti, anche se l’Amat è stata sempre attenta a questa categoria di clienti e ci si può aspettare che prevederà agevolazioni anche per questo servizio.

Il servizio è costato in totale circa 1,3 milioni di euro, di cui il 70% è stato pagato dal ministero dell’Ambiente e il 30% dall’Amat.

“Il progetto per la realizzazione del bike sharing fa parte del piano per la mobilità dolce e sostenibile e si integra con il piano delle pedonalizzazioni – dice l’assessore alla Mobilità Giusto Catania – visto che tutte le aree pedonali sono accessibili ai velocipedi.

La rete delle stazioni per le biciclette mostra come le stesse si rivolgono tanto ai turisti quanto ai cittadini di Palermo, toccando i principali luoghi di lavoro e le aree di maggiore afflusso turistico”.


31 le postazioni che saranno installate al momento, con possibilità di aumentare in futuro, distribuite tra il centro e la parte ovest della città. Le zone principalmente servite saranno quelle di via Libertà, viale Strasburgo, Il centro storico e le borgate marinare di Mondello e Sferracavallo. Sarà installata una postazione in via archirafi che sicuramente agevolerà gli spostamenti degli studenti di scienze di base che sono stati sempre complicati data la decentralizzazione degli edifici rispetto la cittadella universitaria. E’ stata prevista anche una postazione anche all’interno della cittadella universitaria di viale delle Scienze , ma non si sa ancora se tale “stazione bike sharing” sarà aggiunta alla prima fase o installata durante l’ampliamento successivo garantito dallo sblocco dei fondi europei Pon -Metro.

Per avere elevati standard di sicurezza le postazioni verranno video sorvegliate e le biciclette dotate di dispositivo gps per facilitarne la localizzazione.

“Con questo intervento – aggiuge il sindaco Leoluca Orlando – Palermo si allinea alle principali città italiane ed europee e fa un ulteriore passo verso la vivibilità e la sostenibilità.  La disponibilità delle bici pubbliche e condivise si incrocia infatti con una sempre crescente sensibilità dei cittadini ed offrirà una ulteriore valida alternativa al mezzo privato. Dal prossimo autunno, con l’entrata in funzione del tram, l’avvio del bike sharing ed il potenziamento del car sharing, la nostra città farà certamente un grande salto di qualità. Tutto questo è anche il segnale di un’azienda, l’Amat, che dopo aver rischiato di fare la fine delle altre partecipate cittadine, si sta avviando verso il rilancio e sta riscoprendo la propria vocazione e la sua ragion d’essere: un’azienda al servizio della mobilità e dei cittadini”.

mappa-bikesharing

fonte: maps.google.it

Il bando di gara istituito da AMAT per l’acquisto e il posizionamento delle “stazioni bike sharing” è stato vinto dalla TMR s.r.l., con sede a S.Agata Militello in provincia di Messina, azienda siciliana che possiede comprovata esperienza nell’ambito del bike sharing, vantando la realizzazione del servizio già in altri comuni. Il grado di innovazione e sviluppo raggiunto nel corso degli anni ha consentito alla TMR di posizionarsi tra i maggiori produttori italiani di bike sharing. Il sistema progettato si adatta alle piccole e grandi realtà territoriali, contando su strutture solide e garantendo la corretta funzionalità delle bici (tradizionali o a pedalata assistita).

“Diffondere le nuove forme di mobilità sostenibile rappresenta per noi, oltre che uno dei core business, una missione etica e culturale. Siamo entusiasti di poter contribuire concretamente alla realizzazione di un progetto così ambizioso, in una città aperta come Palermo che recentemente ha molto investito sul piano dei trasporti pubblici a basso impatto ambientale ”.

Di seguito l’elenco delle postazioni che saranno installate tra ottobre e novembre, fra parentesi le bici disponibili: piazze Lennon (10), De Gasperi (10), Principe di Camporeale (10), Crispi (20), viale Regina Elena (10), via Scaduto -Villa Sperlinga (20), piazzale Ungheria (15), piazza Caboto (10), piazza Mondello (15), viale Francia (10), via Aquileia (10), piazza Don Bosco (10), via Autonomia Siciliana (10), via Terrasanta (10), via Rossini -Massimo (15), largo Cavalieri del Santo Sepolcro -San Cataldo (15), via Archirafi (10), via Marchese di Villabianca (10), piazza Alberico Gentili (15), via Volturno (20), piazza Giulio Cesare -stazione centrale (10), via Torretta-Sferracavallo (20), viale Praga (20), piazza Castelnuovo (20), via Principe di Belmonte (10), piazzetta Due Palme -San Domenico (10), Foto Umberto I (10), piazza della Vittoria (15), piazza XIII Vittime (10), piazza Marina (15), piazza Cassa di Risparmio (10).

Riguardo Giuseppe Palazzotto

Studente in Ingegneria Informatica, Laurea Magistrale. E' stato rappresentante degli studenti presso la Scuola Politecnica ed il Consiglio di corso di studi. E' tra i fondatori del blog www.lalapa.it Nel sociale svolge attività con il Rotaract Club Palermo Agorà. E' stato giocatore a livello agonistico di scacchi ed ora nel tempo libero svolge attività riconosciuta dal Coni e dalla Federazione come istruttore ed arbitro.

Leggi anche

Palermo Comic Convention

Alla Fiera del Mediterraneo la quinta edizione del Palermo Comic Convention

Dal 6 all’8 settembre la Fiera del Mediterraneo ospiterà la quinta edizione del Palermo Comic Convention. Il programma è ricco di eventi e di ospiti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *