Home / #IoDicoLaMia / Arriva Get, addio auricolari e display
J92TNJHg

Arriva Get, addio auricolari e display

Deed, StartUp italiana fondata nel 2016 dai due gemelli Parini, con l’obbiettivo di ottimizzare e semplificare il rapporto tra uomo e tecnologia attraverso nuove interfacce, ha presentato un’idea innovativa e rivoluzionaria che ha riscontrato un profondo interesse da parte di un Club Deal di investitori privati che hanno deciso di investire, nel progetto, 500.000 euro. Deed è inoltre l’unica StartUp invitata al lancio del Fondo Nazionale Innovazione, presentato dal vice-premier Luigi Di Maio a Torino per garantire al paese la possibilità di competere, fornire nuove opportunità di lavoro qualificato, creare e distribuire altra ricchezza in maniera uniforme su tutto il territorio nazionale.

L’obiettivo sul quale l’impresa si è focalizzata di più è quello di rivoluzionare il mondo dei wearable device (tecnologie indossabili). Il suo primo prodotto, Get, un dispositivo hi-tech da polso, permetterà un certo distacco dagli schermi degli smartphone, riducendo la nostra dipendenza dall’uso di interfacce uomo-macchina, necessarie per la comunicazione con il dispositivo. Get, infatti, sarà in grado di attenuare sensibilmente l’affaticamento da occhi dovuto al controllo ripetitivo dei display, che avviene più di 100 volte al giorno. Non ci sarà più bisogno della maggiorparte degli elementi grafici tradizionali e di pulsanti per permettere agli utenti di ascoltare la musica, effettuare pagamenti, monitorare le attività fisiche e i ritmi del sonno.

evibeeviden

L’interfaccia perfetta di Get non è uno schermo ma il corpo umano stesso. L’evoluto sistema del bracciale, infatti, sarà in grado di trasdurre i nostri movimenti che ci consentiranno di interagire intuitivamente con i nostri smartphone e di personalizzare un set di gesti, tramite un’apposita applicazione, che verranno associati a varie azioni e salvati in memoria. Ad esempio: per rispondere ad una telefonata basterà poggiare il dito sull’orecchio. Sarà possibile dettare istruzioni agli avanzati assistenti vocali, come Google Assistant e Siri. Tutto ciò avverrà in totale sicurezza poichè il dispositivo è in grado di tutelare la privacy dell’utente, riconoscendone l’identità. Inoltre, grazie alla nuova tecnologia della Bone Conduction, sarà possibile ascoltare contenuti multimediali e chiamate senza l’uso degli auricolari, basterà semplicemente portare il dito all’orecchio, fornendo una fantastica esperienza d’uso immersiva per l’utente.

Notiamo, così, quanto sia incredibile ciò che è in grado di fare un semplice e comodo bracciale tecnologico, dal design semplice e pulito, che sostituirà molte delle funzioni attuabili dagli smartphone e da altri dispositivi elettronici, come gli smartwatch. Tanti sono gli interessati e i futuri acquirenti che aspettano con ansia di poterlo provare, per maggiori informazioni e per rimanere sempre aggiornati sul progresso del progetto è possibile iscriversi alla newsletter dell’impresa sul sito ufficiale dedicato al prodotto (il link è fornito nella descrizione in basso, insieme ai vari social che promuovono Get). Cosa ci aspettiamo da questa innovazione, nel futuro? Senza dubbio speriamo in qualcosa che possa allentare, se non spezzare definitivamente, le catene che vincolano l’uomo agli smartphone. Spesso non ci rendiamo conto che passiamo più tempo con un telefono in mano piuttosto che a vivere realmente.

 

INFO E FONTI: 

https://www.gethevibe.com/

https://www.facebook.com/gethevibe.official

https://www.instagram.com/gethevibe.official/

https://www.linkedin.com/company/deed-s.r.l.

 

Riguardo Andrea Mirabile

Andrea Mirabile
Nato a Salemi. Studente di Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università degli studi di Palermo.

Leggi anche

edificioersu

Promozione della cultura della trasparenza, dell’etica e della valorizzazione delle differenze, come valore aggiunto alla P.A.. Una giornata di studi all’ERSU

Il Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza ingegner Ernesto Bruno ha promosso …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *