Home / #CampusLife / Apre una nuova facoltà di Medicina a Enna, ma gli studenti non ci stanno
medicina

Apre una nuova facoltà di Medicina a Enna, ma gli studenti non ci stanno

Dal prossimo anno accademico Enna ospiterà un nuovo corso in Medicina grazie ad  una convenzione tra la fondazione Proserpina – il cui amministratore delegato è l’onorevole MirelloCrisafulli – e l’università Dunărea de Jos di Galați, in Romania.  Per gli aspiranti medici dell’Isola ci sarà dunque la possibilità di usufruire dei 60 posti messi a bando bypassando i famigerati test di selezione per accedere a qualsiasi corso di laurea italiano a numero chiuso.

Per i rappresentanti dell’Udu di Palermo, Messina e Catania si tratta di una provocazione e in una nota congiunta si chiedono «come sia possibile che, a distanza di così pochi chilometri, nello stesso territorio possa avvenire una simile discriminazione: chi potrà pagare un’università privata avrà accesso agli studi in Medicina mentre tutti gli altri – scrivono – resteranno vincolati dalla legge che regolamenta l’accesso a tale facoltà. Il diritto agli studi non può in alcun modo essere vincolato dal potere finanziario degli aspiranti studenti. La nostra- concludono gli studenti universitari–  non è una crociata contro un’università ma in favore di un diritto, l’unica soluzione che pensiamo possa mettere sullo stesso livello ogni studente è quella dell’abolizione del numero chiuso anche negli atenei pubblici, altrimenti staremo giustificando una vicenda che ha tanto il sapore della solita “trovata all’italiana>>.

Riguardo Angelo Casano

Angelo Casano
Nato a Pantelleria il 12-11-1991, studente presso il corso di laurea in medicina e chirurgia dove ha ricoperto la carica di rappresentante del corso di studi. Scrive anche per il blog www.agorapnl.it e www.infouni.it

Leggi anche

20191104_100934

VERTICE IN ASSESSORATO DOPO LA PROTESTA DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

Gli sviluppi sulla vertenza degli studenti universitari che chiedono maggiori risorse per il diritto allo studio universitario

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *