Home / #CampusLife / Apre una nuova facoltà di Medicina a Enna, ma gli studenti non ci stanno
medicina

Apre una nuova facoltà di Medicina a Enna, ma gli studenti non ci stanno

Dal prossimo anno accademico Enna ospiterà un nuovo corso in Medicina grazie ad  una convenzione tra la fondazione Proserpina – il cui amministratore delegato è l’onorevole MirelloCrisafulli – e l’università Dunărea de Jos di Galați, in Romania.  Per gli aspiranti medici dell’Isola ci sarà dunque la possibilità di usufruire dei 60 posti messi a bando bypassando i famigerati test di selezione per accedere a qualsiasi corso di laurea italiano a numero chiuso.

Per i rappresentanti dell’Udu di Palermo, Messina e Catania si tratta di una provocazione e in una nota congiunta si chiedono «come sia possibile che, a distanza di così pochi chilometri, nello stesso territorio possa avvenire una simile discriminazione: chi potrà pagare un’università privata avrà accesso agli studi in Medicina mentre tutti gli altri – scrivono – resteranno vincolati dalla legge che regolamenta l’accesso a tale facoltà. Il diritto agli studi non può in alcun modo essere vincolato dal potere finanziario degli aspiranti studenti. La nostra- concludono gli studenti universitari–  non è una crociata contro un’università ma in favore di un diritto, l’unica soluzione che pensiamo possa mettere sullo stesso livello ogni studente è quella dell’abolizione del numero chiuso anche negli atenei pubblici, altrimenti staremo giustificando una vicenda che ha tanto il sapore della solita “trovata all’italiana>>.

Riguardo Angelo Casano

Angelo Casano
Nato a Pantelleria il 12-11-1991, studente presso il corso di laurea in medicina e chirurgia dove ha ricoperto la carica di rappresentante del corso di studi. Scrive anche per il blog www.agorapnl.it e www.infouni.it

Leggi anche

Il professor Giulio Taglialatela della UTMB (USA) in visita a Portella della Ginestra (Palermo)

Biomedicina e neuroscienze, un dottorato di successo Italia-Usa a Unipa

Al docente universitario italo-americano Giulio Taglialatela, neuroscienziato, direttore del Mitchell Center della University of Texas …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *