Home / #OltreUnipa / Alternanza scuola-lavoro: in aumento gli iscritti ai percorsi formativi di breve durata
alternanza-scuola-lavoro2

Alternanza scuola-lavoro: in aumento gli iscritti ai percorsi formativi di breve durata

Un percorso che coniuga formazione professionale e istruzione in modo da garantire ai giovani da un lato la possibilità di acquisire competenze in campo lavorativo e dall’altro un titolo di studio di secondo grado: è questo l’obiettivo del sistema dell’istruzione e formazione professionale (Iefp), che consente ai giovani, che hanno conseguito il diploma di scuola media e non vogliono proseguire in maniera esclusiva gli studi, di optare per percorsi professionalizzanti ma di breve durata.

Questi percorsi formativi hanno subito un forte incremento in questi anni: a partire dal 2011-2012 gli iscritti ai percorsi triennali sono cresciuti del 56,5%, e nel 2013-2014 sono in totale 316.000.

Sono tendenzialmente in crescita anche gli iscritti con disabilità, essendo passati da 14.340 a 17.117. Questi i dati  forniti dal 50° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese 2016.

A riscuotere maggior successo sono i corsi per operatore della ristorazione (32%), seguiti a distanza da quelli per operatore del benessere (8,8%) e operatore amministrativo-segretariale (7,1%). Sono soprattutto le istituzioni formative ad accogliere questa tipologia di allievi (7,5% degli iscritti), mentre nei percorsi formativi di breve durata attivati nelle scuole la quota si attesta al 6%.

Le istituzioni formative svolgono nei confronti dei disabili una preziosa funzione di inclusione, ma l’approccio formativo serve anche per l’acquisizione di competenze di base e specialistiche in grado di fornire professionalizzazione e occupabilità.

 

Riguardo Eliseo Davì

Eliseo Davì
Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e ho collaborato con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.

Leggi anche

cop-parsifal_937

Un Parsifal moderno e sfrontato apre la stagione 2020 al Teatro Massimo

Il Teatro Massimo ha voluto aprire la stagione 2020 con Parsifal poiché la lunga e complessa composizione terminò proprio a Palermo: l’ispirazione finale di Parsifal arrivò soltanto il 13 gennaio del 1882, durante il soggiorno nel stanze del Grand Hotel Des Palmes di Palermo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *