Home / #OltreUnipa / Alla scoperta del Pyc
logo-pyc-1024x535

Alla scoperta del Pyc

 

Si trova in via Giuseppe De Spuches 20 a Palermo il cosiddetto Pyc, o Palermo Youth Centre: parliamo di un centro aggregativo gestito da ragazzi palermitani volontari che al suo interno organizzano eventi culturali, giochi, mostre, corsi e non solo, e che propongono un modello di cooperazione “che fa propria concetti come solidarietà, volontariato, bene comune, cultura, integrazione, pace e tolleranza”. Infatti al Pyc fino a qualche giorno fa si è parlato dei cambiamenti climatici e di ciò che si può fare per contribuire a migliorare la situazione; ma al Pyc si può parlare anche di Inglese e Spagnolo, grazie ai corsi scontati messi a disposizione dai ragazzi.

Ma da dove nasce quest’idea? PYC è un’idea di due realtà associative (CSF e The Factory). Queste due associazioni negli ultimi anni hanno coinvolto tanti giovani cittadini attraverso l’organizzazione di eventi culturali, attività all’interno dell’università ecc, rimanendo in una dimensione Europea che non di rado finanzia numerosi progetti di mobilità giovanile.

Al Pyc non si organizzano solo mostre corsi ed eventi culturali: è anche un grazioso spazio ricreativo col suo giardino interno dove poter fare a prezzi stracciati ottimi aperitivi, anche veg, bere una birra, un bicchiere di vino magari accompagnato da buona musica. Spesso infatti il Pyc ospita nel weekend giovani band palermitane che, nel rispetto degli orari consentiti, suonano le proprie canzoni o cover.

10801995_1525644157717984_8694519196827375862_n

Per accedere al circolo basta tesserarsi una volta in loco per tutto l’anno con un piccolo contributo di cinque euro. Con tale tessera si accede non solo al Pyc ma al circolo Arci che dispone di altri luoghi ed iniziative.

Non è tutto: avete presente l’ex foresteria dentro villa Trabia? I volontari del Pyc, insieme al circolo, la stanno rimettendo a nuovo! I giovani delle associazioni infatti hanno vinto un progetto finanziato a livello nazionale dalla Presidenza del Consiglio dei ministri che incoraggia il recupero dei beni culturali palermitani.  Si spera che nell’imminente anno prossimo possa diventare un altro centro aggregativo e culturale dei giovani per i giovani.

10314514_1409604885988579_6589039044392476489_n

 

Riguardo Cristina Ciulla

Cristina Ciulla
Studentessa della facoltà di legge dell'Università degli studi di Palermo, redattrice per IostudioNews e per Masterlex.it, anno '94.

Check Also

ancora un giro di chiave

Una vita fra le sbarre. Emma D’Aquino presenta il suo libro

Giovedì 7 marzo, alle ore 11.30, presso la sede dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia (via …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *