Home / #scoprisicilia / Alla scoperta del Castello dei Ventimiglia
Castello dei Ventimiglia

Alla scoperta del Castello dei Ventimiglia

Il Castello dei Ventimiglia, situato nel cuore di Castelbuono, poggia le sue fondamenta nel 1317 quando venne iniziata la sua edificazione per volontà del conte Francesco I Ventimiglia.  Durante il XVII secolo furono apportate delle modifiche alla struttura originale in quanto venne utilizzato per accogliere alcune famiglie dei Ventimiglia.

Castello dei VentimigliaAd oggi il castello si presenta con caratteristiche compositive arabo-normanno sveve: la forma a cubo richiama l’architettura araba, le torri quadrati si collegano allo stile normanno, mentre la torre cilindrica esprime moduli di architettura sveva. Il Castello dei Ventimiglia è stato acquisito dalla cittadinanza all’inizio del XX secolo e ha assistito negli anni ’80 ad un restauro strutturale che ha permesso la realizzazione di un allestimento museale completato nel 2011. Oggi il Museo Civico di Castelbuono, che ha sede all’interno del Castello, ha il compito di salvaguardare e valorizzare il patrimonio storico-artistico del territorio castelbuonese. Il Museo è diviso in quattro sezioni:

  • Arte sacra, che raccoglie gli oggetti di fede e devozione collegati al culto per Sant’Anna, patrona di Castelbuono;
  • Sezione archeologica, che racconta la storia del Castello attraverso dei reperti rinvenuti da alcuni scavi;
  • Sezione urbanistica, che rappresenta un vero e proprio viaggio all’insegna della storia sulla conformazione urbanistica di Castelbuono;
  • Sezione contemporanea, che raccoglie una collezione permanente e in continua evoluzione di arte moderna e contemporanea. È possibile
    Pupo raffigurante Giovanni I Ventimiglia realizzato da Mimmo Cuticchio
    Pupo raffigurante Giovanni I Ventimiglia realizzato da Mimmo Cuticchio

    ammirare anche un pupo realizzato da Mimmo Cuticchio, il quale l’anno scorso ha realizzato uno spettacolo dal titolo “Tra i sentieri dei Ventimiglia”. Si tratta di un progetto teatrale che mette in scena l’epica siciliana rinascimentale legata alle vicende che ruotano attorno alla figura di Giovanni I Ventimiglia, capostipite dei Marchesi di Geraci e Signori di Castelbuono.

A queste quattro sezioni si aggiungono le sale di San Giorgio e le ex Scuderie dedicate alle mostre temporanee e la Sala del Principe utilizzata per convegni e concerti. Infine, è possibile ammirare la Cappella Palatina, ornata da stucchi dei fratelli Serpotta realizzati nel 1683 e da un coro ligneo realizzato dallo scultore castelbuonese Domenico Coco nel 1760.

Cappella Palatina all'interno del Castello dei Ventimiglia
Cappella Palatina all’interno del Castello dei Ventimiglia

 

Riguardo Valeria Cannizzaro

Valeria Cannizzaro
Sono nata a Palermo nel 1992. Ho conseguito la laurea magistrale in lingue nel 2016. Ho un master in Global Marketing, Comunicazione e Made in Italy e attualmente frequento un master di secondo livello in Business Administration. Nutro un forte interesse per il marketing e per la comunicazione.

Check Also

19401861_10213711681256060_4069919544049541680_o

Ustica, la perla nera del Mediterraneo

Tra le mete estive più ambite, Ustica occupa certamente una posizione di rilievo. Situata a …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *