Home / #statigeneralideldirittoallostudio / Al via gli Stati Generali Europei del Diritto allo Studio
image

Al via gli Stati Generali Europei del Diritto allo Studio

È partito, presso il complesso polididattico della cittadella universitaria di Palermo, l’evento europeo sul diritto allo studio.

Gli Stati Generali Europei del Diritto allo Studio nascono per interrogarsi, proporre e concretizzare unitamente piani di sviluppo e miglioramento. Punto focale dei due giorni di studio è lo studente con i suoi diritti, al centro di un impegno condiviso, che porterà alla luce dibatti e tavoli tecnici su una tematica proprio oggi tanto attuale.

Tantissimi i presenti, italiani e stranieri, convenuti per contribuire a questo progetto dell’Andisu. Centinaia tra ospiti e partecipanti, studenti e associazioni, che rappresenteranno la parte attiva dei due giorni di confronto.

Ad aprire i lavori, il vice presidente dell’Andisu e presidente dell’Ersu Palermo, Alberto Firenze, il quale ha presentato il programma, dopo i saluti e i ringraziamenti di rito. Firenze ha evidenziato le capacità e la portata di un evento che vuole essere una sfida di condivisione e sviluppo.

A fare gli onori di casa, il rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari. Nel suo intervento, è stato delineato il piano attuato dall’università teso a garantire un vero diritto allo studio, tra cui le agevolazioni per gli studenti provenienti da famiglie numerose o il mutamento nella tassazione. “L’Università esiste perché ci sono gli studenti” ha affermato Micari nel sottolineare l’impegno profuso nell’assicurare i diritti degli studenti e un’alta qualità della didattica. Infine, sono stati mostrati progetti futuri volti a rendere più attrattiva e interessante la proposta accademica palermitana, soprattutto a seguito della continua fuga dagli atenei siciliani verso quelli che mostrano offerte più allettanti.

Anche l’assessore comunale Barbara Evola, portando i saluti del sindaco Orlando, ha invitato alla costruzione di maggiori spazi per i giovani e di una migliore coordinazione tra città, università e lavoro, così come ribadito dal rappresentante dell’assessore regionale all’istruzione Antonio Valenti e da Giuseppe Lupo, vice presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Infine, l’intervento del presidente dell’Andisu, Carmelo  Ursino, che ha illustrato il motivo e la ragione dell’evento: “Bisogna cercare di essere un riferimento per i governi regionali”.

Riguardo Miryam Lo Dato

Miryam Lo Dato
Laureata in Lettere presso l'Università degli Studi di Palermo, specializzata in Filologia Moderna e Italianistica.

Check Also

markas-srl

“Brain food”: cibo sano per menti sveglie

Il punto di forza di Markas Srl sono la qualità dei cibi e una costante ricerca per soddisfare il gusto e le esigenze particolari tramite la proposta di alimenti biologici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *