Home / #ErsuCultura / Al via il Festival delle Letterature Migranti 2020. Un’edizione online
webkit-2020-WP

Al via il Festival delle Letterature Migranti 2020. Un’edizione online

Sarà un Festival a porte chiuse e in modalità completamente online. La decisione è stata presa questa mattina dal comitato organizzatore del Festival delle Letterature Migranti di cui anche ERSU Palermo è partner.

“L’aggravarsi della situazione impone di rinunciare a quei pochi incontri in presenza che avevamo previsto di inserire all’interno di un programma totalmente online – spiega il direttore artistico Davide Camarrone – Fin dalla scorsa primavera avevamo iniziato a ragionare sul distanziamento e sul prevalere del digitale in tempi di pandemia. Avevamo addirittura scelto di tematizzare questa condizione e la fortissima accelerazione temporanea che ne è derivata. Ieri sera, leggendo il Dpcm e l’ordinanza regionale che ne è seguita, d’intesa con le istituzioni partner, abbiamo scelto di condividere la prudenza che è oramai necessaria. Palazzo Branciforte resterà il cuore pulsante della manifestazione e qui si svolgeranno e saranno ripresi gli incontri non ancora registrati per essere trasmessi online. Analoghe misure di prudenza riguarderanno gli altri appuntamenti in altri luoghi della città. Questa nuova sfida riguarda noi come altre manifestazioni culturali. Quel che accade non è un accidente della storia e cambia rapidamente i nostri orizzonti.  Adottare le migrazioni come criterio interpretativo del contemporaneo, comporta anche l’esplorazione dei nuovi strumenti di comunicazione a distanza. Il Festival può essere un’oasi nel deserto della Rete”.

Una scelta di responsabilità era già all’ordine del giorno ad aprile quando si era ripreso a lavorare a questa edizione del Festival, nella speranza di poter svolgere in presenza alcuni incontri. Tra ieri sera e questa mattina le consultazioni interne al comitato e con i principali partner del Festival e la condivisione di una scelta di prudenza e coraggio.

Dunque si parte mercoledì 21 ottobre: la mattina con gli incontri nelle scuole e nel pomeriggio a Villa Trabia anche se a porte chiuse con evento visibile su www.festivaldelleletterature.it con modalità che saranno annunciate e dettagliate sempre sul sito.

Palazzo Branciforte rimane la cornice degli incontri in presenza ma senza pubblico. Allo stesso modo, Villa Trabia, come previsto nel programma, ospiterà la performance d’arte e il racconto degli artisti Francesco De Grandi e Michele Guido. Restano confermati gli incontri all’interno delle scuole che rientrano nella didattica mentre per i centri aggregativi – Tau e Laboratorio Zen – sarà organizzato un unico incontro “ibrido”. Le conversazioni con gli autori avverranno fisicamente a Palazzo Branciforte ma a porte chiuse e “rimbalzate” all’interno dei centri.

Il programma di domani:

Ore 09:30 Istituto Comprensivo “Perez Calcutta”, incontro didattico con Sara Rattaro, Il cacciatore di sogni, La formula segreta. Il fantasma di un genio del Novecento (Mondadori)

in collaborazione con la libreria Dudi.

 

Ore 10:00 Online dall’Università degli Studi di Palermo

Incontro con Paolo Di StefanoNoi, (Bompiani)

con Donatella La Monaca e Domenica Perrone

in collaborazione con il Dipartimento di Scienze umanistiche all’interno del seminario Attraversare il deserto

Ore 11:00 Online dall’Università degli Studi di Palermo

Incontro con Maria Rosa CutrufelliL’isola delle madri, (Mondadori) con Donatella La Monaca e Domenica Perrone 

in collaborazione con il Dipartimento di Scienze umanistiche all’interno del seminario Attraversare il deserto

Dalle 16:30 alle 19:00 Online da Villa Trabia

Presentazione del progetto

Generazione spontanea

in presenza degli artisti Francesco De Grandi e Michele Guido

sezione Arti Visive curata da Agata Polizzi

In collaborazione e in condivisione con la Fondazione Merz

Ore 17:30 Online da Villa Trabia

Inaugurazione della sesta edizione del Festival delle Letterature Migranti

Intervengono il sindaco Leoluca Orlando, Mario Zito, Davide Camarrone, Beatrice Merz, Francesco De Grandi e Michele Guido.

e con la partecipazione dei curatori, lo staff, gli artisti e tutti i rappresentanti degli enti che ci sostengono e ci accompagnano in questo viaggio.

FESTIVALDELLE LETTERATURE MIGRANTI

Festivaletteraturemigranti.it |letteraturemigranti@gmail.com

Riguardo dario.matranga

dario.matranga
Dario Matranga, classe '65 palermitano, è il direttore responsabile del giornale IoStudio fondato 2005 . Giornalista professionista, è anche capo Ufficio Stampa dell'Ersu da maggio 2000. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e radiofoniche e ha lavorato in uffici stampa nazionali e internazionali per organizzazioni giovanili e sindacali. E' impegnato anche nel mondo dell'associazionismo sindacale. La mail a cui potete scrivergli è ufficiostampa@ersupalermo.gov.it oppure dario.matranga65@gmail.com

Leggi anche

google

Google Europe Scholarship for Students with Disabilities 2021

Google, nell’ambito del programma  Google for Education, lavora affinché le informazioni siano universalmente accessibili. L’azienda americana …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *