Home / #Mondo / Al via COME.IN, progetto per l’integrazione, rete per la salvezza
integrazione palermo come.in

Al via COME.IN, progetto per l’integrazione, rete per la salvezza

Mercoledì 29 marzo alle 11.30 presso la Casa della cooperazione, in via Ponte di Mare n.45/47 a Palermo, si terrà la conferenza stampa di presentazione di  “COME.IN”  progetto che testa pratiche innovative per l’integrazione di rifugiati in quattro paesi (Italia, Malta, Grecia e Romania) mettendo in rete, per la prima volta in Sicilia, l’esperienza di più associazioni e organizzazioni no-profit operanti in ambito sociale.  All’incontro parteciperanno l’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano  e l’assessore comunale alle Attività sociali, Agnese Ciulla.
A far da volano all’intero progetto, e ai laboratori che verranno attivati nelle prossime settimane, è il Centro di orientamento culturale rivolto a rifugiati presso lo Sportello Sans-Papiers” organizzato da Arci Porco Rosso, realtà che già oggi indirizza centinaia di “sans-papiers” (gli immigrati sprovvisti di documenti di cittadinanza e di identità) alla CLEDU, la Clinica Legale per i Diritti Umani. Qui i migranti hanno avuto modo di ricevere un’assistenza gratuita, sotto la supervisione di docenti e con la collaborazione di avvocati professionisti, per il riconoscimento della protezione internazionale. Grazie alla mediazione di traduttori volontari è quotidianamente possibile svolgere dei colloqui con i rifugiati, svolti nella lingua parlata, sia essa inglese, francese o dialetto d’origine (principalmente wolof, mandinka, fula, bambara, djoula). A loro saranno destinate le attività laboratoriali che si presenteranno nel corso della Conferenza Stampa.
“COME.IN” è sostenuto da “Creative Europe” – programma di cooperazione transnazionale tra organizzazioni culturali e creative all’interno e al di fuori dell’Unione Europea – e coinvolge le associazioni: Cooperazione Internazionale Sud Sud, Associazione Arci Porco Rosso, Associazione Tavola Tonda, Associazione di promozione sociale Maghweb, The People for Change Foundation, Asociatia Serviciul Apel ed Encardia.
Quale che sia la causa del bisogno di integrazione, a nessuno sfugge come questa sia l’energia che lega qualsiasi rapporto sociale. E se è vero che “Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno” allora non può sfuggire come progetti come “COME.IN”, si debbano definire come le reti di salvezza per un tessuto sociale e umano sempre più impoverito che, non solo nel campo dell’immigrazione, ha bisogno di buoni tessitori che recuperino la trama sfilacciata della società. L’immigrazione ancor una volta si rivela risorsa!

Riguardo Andrea Cannizzaro

Andrea Cannizzaro
Nato il 29 luglio 1994 a Palermo dove frequento il corso di studi in Giurisprudenza. La mia mail è andreacannizzaro94@gmail.com

Leggi anche

EUCYS

Con la FAST alla ricerca dei futuri scienziati

La manifestazione I giovani e le scienze promuove e valorizza le competenze e le potenzialità scientifiche e tecnologiche dei ragazzi d’Italia, offrendo loro le più significative opportunità per confrontarsi, crescere e realizzarsi nella scienza e nelle sue applicazioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *