Home / #OltreUnipa / AEGEE Palermo impegnata contro la mafia

AEGEE Palermo impegnata contro la mafia

L’organizzazione AEGEE sia l’anno scorso che due anni fa si è impegnata in un’opera di sensibilizzazione riguardo al concetto di mafia.

L’anno scorso, nello specifico, questo tentativo è riuscito molto bene: i ragazzi di AEGEE hanno organizzato al Palazzo delle Aquile di Palermo un incontro in cui degli esperti hanno tenuto lectures sul fenomeno mafioso, di fronte a quaranta giovani studenti stranieri che partecipavano al progetto AEGEE, rispondendo anche ad alcune curiosità.

Il crimine organizzato in Sicilia è stato uno dei temi principali della manifestazione estiva AEGEE nel 2014.

Ogni anno, durante la Summer University qui in Sicilia – manifestazione estiva promossa dall’AEGEE -, un workshop sulla mafia è, per così dire, d’obbligo.

La spiegazione è data dal fatto che c’è molta confusione quando si parla di mafia, in particolare per quelle persone che vivono all’estero e che non conoscono a fondo questa realtà.

L’anno scorso il workshop è stato suddiviso in due giornate: il primo giorno i membri dell’AEGEE Palermo, nei locali dell’università, hanno colto l’occasione per raccogliere idee e opinioni dei partecipanti e per discutere su questo argomento.

In particolare il tema riguardante il “pizzo”, ossia i soldi che la mafia pretende dai commercianti, era poco conosciuto o forse difficilmente comprensibile.

Allo stesso modo è stato reso chiaro l’impegno che associazioni come Addio Pizzo, mettono nella lotta contro la mafia e come esse sostengano i negozianti che si oppongono all’estorsione di denaro.

Il secondo giorno del workshop, a seguito di concessione da parte del Comune, si è svolto nella Sala del Consiglio di Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo.

Diversi soggetti istituzionali sono stati chiamati a rendere pubblica la propria esperienza e, tra questi, un procuratore antimafia ha riportato il reale e professionale lavoro quotidiano contro la mafia.

La possibilità di aver tenuto questo incontro in un luogo istituzionale ha dimostrato che il fenomeno mafioso è sempre più debole. Vent’anni fa, infatti, sarebbe stato impensabile.

Il fenomeno mafioso è un argomento che sta molto a cuore ai ragazzi dell’AEGEE Palermo che spesso organizzano incontri e riunioni al fine di diffondere la cultura nel territorio siciliano, unico vero mezzo per sconfiggere la mafia. Dando infatti una buona istruzione ai giovani, si offrono loro opportunità che prima non sarebbero state possibili.

L’evento estivo ha visto la partecipazione di 39 studenti a cui si è cercato di trasmettere un significato culturale anche durante le fasi sociali e di svago del progetto. È bastato portare i ragazzi in spiaggia nelle aeree gestite dall’associazione Addio Pizzo.

Gli organizzatori dell’AEGEE sono riusciti a  trovare il giusto equilibrio tra educazione e svago.

Divertimento ed impegno sociale in un unico momento.

Riguardo Elisabetta Lucia Medaglia

Elisabetta Lucia Medaglia
29 anni, di Palermo, ho conseguito la Laurea Magistrale in Giurisprudenza nel 2014, mi sono abilitata prima come giornalista pubblicista e, in seguito, come Perito Grafologo Professionista , e sono cultore di Filosofia del Diritto presso l'università LUMSA di Palermo .

Leggi anche

settimana della prevenzione

Settimana della prevenzione, a novembre 40 punti di incontro in tutta l’Isola

Al via la settimana della prevenzione, un progetto che partirà il 25 novembre per intervenire sulla conoscenza delle malattie sessualmente trasmissibili e promuoverne la prevenzione. Su iniziativa dell'assessorato per la salute le aziende sanitarie metteranno a disposizione dei cittadini, fino al primo dicembre, 40 punti di incontro in tutta l'Isola dove saranno svolte attività di informazione, di consulenza medica e psicologica e screening gratuiti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *