Home / #viviUnipa / Ad Unipa confronto con i candidati alla Presidenza della Regione Siciliana
aula magna

Ad Unipa confronto con i candidati alla Presidenza della Regione Siciliana

Manca davvero poco alle elezioni regionali siciliane del 5 novembre e, in vista di questo importante appuntamento elettorale, il Centro studi “Pio La Torre” ha deciso di organizzare un dibattito, aperto al pubblico e alla stampa, un confronto programmatico con i candidati alla presidenza della Regione Siciliana. Il confronto si svolgerà venerdì 6 ottobre, dalle ore 10 alle 12, presso l’aula magna della facoltà di giurisprudenza di Palermo. Ciascun candidato avrà 15 minuti a disposizione per presentare il proprio programma elettorale, quindi le associazioni universitarie potranno intervenire. Le domande che potranno essere proposte ai candidati, anche dai presenti e dalla stampa, dovranno riguardare i seguenti argomenti:

  • quale sviluppo per la Sicilia
  • legge contro la povertà e la disuguaglianza sociale
  • trasparenza amministrativa, anticorruzione e antimafia
  • resoconto attività legislativa 2012-2017

Alla vigilia del rinnovo dell’Assemblea regionale siciliana, il centro studi “Pio La Torre” ha anche stilato una serie di proposte di buon rivolta ai candidati e al governo della Regione. “Proviamo a sollecitare un pubblico confronto sui temi, a nostro avviso, essenziali per tirare fuori dalla crisi e dal ritardo di sviluppo la Sicilia”, scrive Vito Lo Monaco in un articolo pubblicato nel sito del centro studi, “su questi temi, fra le altre cosa, chiediamo ai candidati alla Presidenza della Regione e all’Ars: intendete approvare i contenuti del disegno di legge d’iniziativa popolare contro la povertà? Come pensate di utilizzare il nuovo ciclo di programmazione europea della spesa dei Fondi strutturali per finanziare e attuare un Piano straordinario per la creazione di lavoro produttivo per giovani e disoccupati (senza nuove forme di precariato)? Che fine ha fatto la promessa di una zona franca per la legalità, ma non “affrancata dalla legalità”, nelle aree interne della Sicilia e della premialità delle imprese che rifiutano la contaminazione con la mafia? Riuscirete ad ascoltare e coinvolgere i corpi intermedi della società nell’elaborazione delle politiche pubbliche per riconquistare la fiducia nella politica dei cittadini riducendone la disaffezione e l’astensionismo? Cosa farete concretamente per trasferire l’innovazione dai centri di ricerca e di eccellenza alle strutture produttive? Come trattenere capitale umano in Sicilia con lo sviluppo di start-up innovative e di un’industria ad alta tecnologia?”.

candidati presidenza

 

Questi sono solo alcuni dei temi che verranno trattati nel corso del dibattito il cui scopo ultimo è quello di sottolineare come “la politica deve dare maggior peso ai bisogni e alle scelte dei cittadini e operare per una nuova stagione dei diritti, prima di tutto quello al lavoro, alla giustizia sociale, a essere liberi dalla mafia e dalla corruzione tra le cause dell’attuale ritardo di sviluppo”.

 

confronto unipa

Riguardo Eliseo Davì

Eliseo Davì
Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e ho collaborato con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.

Check Also

21150714_10209751891582752_983808247_n

OLTRE 16MILA AI TEST DI ACCESSO: PREISCRITTI IN CRESCITA UNIPA CONFERMA IL TREND POSITIVO

Sono oltre 16 mila le pratiche per l'iscrizione ai test di ammissione per i corsi di studio triennali e magistrali a ciclo unico ad accesso programmato dell’Università degli Studi di Palermo per l’Anno Accademico 2017/2018.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *