Home / #viviUnipa / Studenti bersagliati tra Ztl e Uniparking
università-di-palermo1

Studenti bersagliati tra Ztl e Uniparking

Nonostante la sospensione della Ztl statuita in data 6 aprile dal Tar, la sua possibile introduzione futura potrebbe costringere la maggior parte degli studenti, che col proprio mezzo si dovranno recare in Viale delle Scienze, a pagare il costo previsto. La Ztl investe una zona limitrofa alla Cittadella universitaria e per questo colpirà anche la popolazione studentesca. Il costo del pass è di 90 euro per i residenti e di 100 euro per i non residenti. Tuttavia oltre questa spesa, gli studenti dovranno sopportare il pagamento del parcheggio all’interno del Viale delle Scienze, il cosiddetto uniparking. Il costo del parcheggio sarà di 1 euro l’ora per le auto e di 0.50 euro per le moto, l’eventuale abbonamento costerà fino a 50 euro annui.

Di certo la somma dei due provvedimenti, Ztl e uniparking, farà lievitare i costi per chi, ogni giorno ha diritto di recarsi all’università. E si sa, la quasi totalità degli studenti non vive di un reddito proprio, ma grazie al sostegno familiare.

Ci si potrebbe consolare pensando che i due provvedimenti abbiano una giusta causa, una ratio. Senza ombra di dubbio l’uniparking appare alla maggior parte degli studenti senza alcuna motivazione, se non quella di produrre guadagni al privato gestore del parcheggio che si è aggiudicata la “Convenzione per la gestione dei parcheggi a pagamento di viale delle scienze e di servizi annessi” nel 2009. Quanto alla Ztl, siamo sicuri che il suo effetto sarà quello di ridurre il traffico e proteggere l’ambiente, rendendo l’area più vivibile? Secondo i giudici del Tar, nelle motivazioni alla sentenza,” non è dimostrata la necessità di introdurre il sistema di tariffazione per il raggiungimento degli obiettivi. L’utenza non può subire una ingiustificata compressione del proprio diritto alla mobilità” 

Probabilmente un provvedimento necessario, prima dell’introduzione della ztl, sarebbe stato quello di collegare, mediante linee di trasporto pubblico efficienti, l’università col resto della città palermitana. Nonché creare un medesimo collegamento efficiente tra i Comuni limitrofi e Palermo, tale da permettere ai pendolari di potersi recare in modo celere all’Università.

A novembre in Tar si pronuncerà definitivamente, intanto gli studenti si devono barcamenare tra servizi pubblici non soddisfacenti e il rischio di un ulteriore costo per raggiungere la sede di studio.

Riguardo Salvatore Casarrubea

Salvatore Casarrubea
Classe '94, diplomato al Liceo Classico, attualmente frequento la facoltà di Giurisprudenza. Mail: salvocasarrubea@gmail.com

Leggi anche

farnesina_3

395 tirocini curriculari presso le sedi estere dipendenti dalla Farnesina

Possono candidarsi gli studenti di tutte le Università italiane aderenti alla Convenzione, tra cui Unipa, che risultino iscritti ad uno dei corsi di laurea previsti dal bando. Lo status di studente deve essere posseduto al momento della candidatura e mantenuto per tutta la durata del tirocinio, pena l’esclusione dal programma.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *