Home / #CampusLife / #Unipainunoscatto, contest fotografico per raccontare l’Università di Palermo
foto realizzata da Umberto Santoro
foto realizzata da Umberto Santoro

#Unipainunoscatto, contest fotografico per raccontare l’Università di Palermo

Guardare l’Università da un altro punto di vista e stuzzicare la creatività dei giovani studenti palermitani: è questo l’intento del contest fotografico #Unipainunoscatto, ideato dall’associazione Fare Università. Per partecipare al concorso c’è tempo fino al 13 marzo. Gli universitari dovranno armarsi di macchina fotografica e catturare in uno scatto la realtà universitaria, in particolare quella del proprio dipartimento o scuola, cercando di rappresentare i punti di forza e di debolezza dell’Università degli Studi di Palermo.

Possono partecipare al contest gli appassionati di fotografia e non. L’importante è che la foto sia inviata in formato jpeg o in tiff e che abbia una dimensione di 2396×3198 pixel e 300 dpi. Le foto inviate verranno pubblicate in una sezione della pagina di Fare Università il 14 marzo. A quel punto partirà il concorso vero e proprio e la foto che riceverà più like vincerà il primo premio e si aggiudicherà un abbonamento a scelta tra le riviste “Zoom”, “Tutti fotografi”, “Progresso fotografico” e “Classic Camera Black & White”.

Le foto devono essere inviate all’indirizzo unipainunoscatto@gmail.com, con oggetto “UniPa in uno scatto – nome e cognome” e nel corpo del testo dovrà essere inserita una piccola descrizione o il titolo della foto. Adesso non resta che prendere il proprio apparecchio fotografico e cominciare a scattare in giro per il polo universitario.

(foto copertina di Umberto Santoro)

Riguardo Eliseo Davì

Eliseo Davì
Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e ho collaborato con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.

Leggi anche

bus navetta

Unipa: attivo il nuovo servizio bus navetta

Dal lunedì al venerdì due navette porteranno a bordo studenti, lavoratori e visitatori per lasciarli davanti i vari edifici di viale delle Scienze. Sono ben 11 le fermate previste.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *