Home / #CampusLife / Unipa e le staminali: il programma dell’UniStem Day
unisistemday2016_720

Unipa e le staminali: il programma dell’UniStem Day

UniStem Day è l’evento europeo rivolto agli studenti liceali, che, ospitati dalle università, assistono a lezioni mirate sulle cellule staminali, su come funziona la ricerca e sui progressi degli studi.

Obiettivo della Giornata divulgativa, che per il quarto anno vede anche a Palermo, è accogliere i futuri universitari in un ambiente stimolante, promuovendo l’attività di ricerca dell’Ateneo sulla biologia delle cellule staminali e sulle loro possibili applicazioni in campo medico, farmacologico, tossicologico e veterinario.

La Giornata dell’11 marzo vedrà appassionati ricercatori dell’Ateneo di Palermo presentare le proprie esperienze collegate alla ricerca sulle cellule staminali, sui trapianti tissutali, sugli impianti bionici e sulle aspettative cliniche, unitamente ai problemi giuridici e bioetici dell’utilizzo delle staminali. Verranno effettuati collegamenti skype con altri Atenei e con alcuni giovanissimi ricercatori che presenteranno le loro esperienze di ricerca scientifica all’estero. All’organizzazione logistica collaborerà l’Aulett@99 e vi sarà un intrattenimento ricreativo di un gruppo musicale.

Ad organizzare l’evento palermitano la prof.ssa Giuseppa Mudò, il prof. Natale Belluardo e la dott.ssa Valentina Di Liberto del Dipartimento di Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche della Scuola di Medicina.

Il programma

11 Marzo – Ore 9:00
Università di Palermo, Aula Magna di Economia “Li Donni”, Viale delle Scienze,
Coordinano: prof.ssa Giuseppa Mudò, prof. Natale Belluardo

9:00>9.15
Studenti in aula. Apertura e filmato iniziale di benvenuto
9:15>9.30
Saluto del Rettore Prof. Fabrizio Micari
Saluto del Pro Rettore alla Ricerca Prof. Girolamo Cirrincione, Saluto del Pro Rettore alla Didattica Laura Auteri,
Saluto della Scuola di Medicina e Chirurgia
9:30>9:45
Collegamento audio tra le Università
09:45>09:50
Prof. Alberto Firenze, Presidente dell’ERSU
09:50>10:10
Prof. Davide Corona, Dipartimento STEBICEF, Università di Palermo “la cellula staminale pluripotente indotta (iPS): la natura multidimensionale del nostro epigenoma”
10:10>10:30
Prof.ssa Carla Giordano, Dipartimento DIBIMIS, Università di Palermo “Nuove sorgenti di cellule staminali”
10:30>10:50
Prof. Antonio Russo, Dipartimento DICHIROS, Università di Palermo “Neoplasie: terapie personalizzate a bersaglio molecolare”
10:50 > 11:20 Intervallo
11:20>11:40
Prof. Francesco Martines, Dipartimento BIONEC, Università di Palermo “La scienza bionica in “Clinica”: dalla Biomimetica naturale alla Cibernetica
11:40 > 11:55
Prof. Natale Belluardo, Dipartimento BIONEC, Università di Palermo. “Conoscere se stessi: il piacere della volontà nei circuiti cerebrali”
11:55>12:20 Intermezzo Musicale: “Francesco Vannini & Band”
12:20>12:40
Prof. Attilio Ignazio Lo Monte, Dipartimento DICHIROS, Università di Palermo, “il trapianto di organi: dalla donazione alla ricostruzione artificiale con stampante 3D”
12:40 > 12:55
La parola a studenti e professori
12:55> 13:15
Testimonianze di giovani ricercatori:
dott.ssa Claudia Marino, Dept. of Neurology, University of Texas Medical Branch, Galveston (TX), USA; Sezione di Anatomia Umana, Dipartimento BIONEC, Università di Palermo;
dott. Gioele La Manno, Department of Medical Biochemistry and Biophysics, Karolinska Institutet, Stockholm;
dott.ssa Valentina Di Liberto, Dipartimento BIONEC, Università di Palermo.
13:15 > 14:30
Pranzo presso la Mensa Universitaria a cura dell’ERSU di Palermo

Riguardo Gaia Butticè

Gaia Butticè
Nata ad Agrigento il 12/03/1991, vivo tra Favara e Palermo. Ho una laurea in Lettere e sono al momento iscritta al secondo anno di Filologia moderna e italianistica

Check Also

Un gruppo di docenti e dottori di ricerca internazionale in 
"Biomedicina e Neuroscienze" davanti l'edificio che ospita Anatomia Umana del Policlinico universitario  “P. Giaccone”

UPDATE IN NEUROSCIENZE DI BASE: MORFOLOGIA E DINTORNI

a Palermo un meeting nazionale in neuroscienze che vede la partecipazione di alcuni dei principali gruppi di anatomisti italiani impegnati in ricerche di base e traslazionale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *