Home / #ErsuCultura / “IL DONO”: torna la 4° edizione di Ballarò Espò
ballarò
fonte: terradamare.org

“IL DONO”: torna la 4° edizione di Ballarò Espò

Ballarò Espò è una manifestazione che si ripete due volte l’anno durante le due ricorrenze religiose dedicate a San Nicolò il 9 maggio e il 6 dicembre. L’idea nasce dal parroco di San Nicola di Bari, Don Francesco Furnari, che ha radunato attorno a sé un gruppo di persone operanti nel sociale e/o nel quartiere con l’intento di mettere in mostra le risorse produttive dell’Albergheria.

Il week-end di eventi organizzati – dal 2 al 6 dicembre –  in collaborazione con le realtà sociali e culturali presenti nel quartiere prevede oltre a spettacoli, animazione, concerti e iniziative culturali, l’iniziativa: “I gioielli di Ballarò” che desidera rendere fruibili i siti monumentali presenti nella zona prevedendo aperture al pubblico – al costo di € 2,50 nei giorni venerdì 2 e sabato 3 dicembre 2016 dalle 10 alle 17 e domenica 4 dicembre 2016 dalle 12 alle 18 – di: della Chiesa e del Campanile di Santa Chiara, della Chiesa del Carmine maggiore, Torre medievale di San Nicolò di Bari all’Albergheria e della Chiesa e della Cripta  della stessa e infine dell’Oratorio del Carminello.

Il tema di quest’anno è il dono e proprio per questo tutti gli eventi organizzati per l’occasione devolveranno parte dei ricavati ad alcune attività sociali che si svolgono nel quartiere.

L’acquisto dei biglietti è disponibile sul sito www.terradamare.org

internet

 

Riguardo Clarissa Caramanno

Clarissa Caramanno

Leggi anche

studenti

Università, Accademie, Conservatori: al via bando di concorso ERSU per borse di studio, posti letto e ristorazione gratuita per l’anno accademico 2019/2020 sulla base della direttiva dell’assessore regionale Roberto Lagalla

Pubblicato il Bando di concorso per l’anno accademico 2019/2020 per l’attribuzione di borse di studio e altri contributi e servizi (servizi abitativi, ristorazione, etc.) per il diritto allo studio universitario destinati: agli studenti universitari dell’Università degli Studi di Palermo e dell’Università Pubblica non statale LUMSA di Palermo; agli studenti delle Accademie di Belle Arti diPalermo, Kandinskij” di Trapani, “Abadir” di San Martino delle Scale, “Michelangelo” di Agrigento; agli studenti dei Conservatori di Musica “Bellini” di Palermo, “Scontrino” diTrapani, “Toscanini” di Ribera.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *