Home / #scoprisicilia / “Jazz on Movie”: musica e cinema s’incontrano al Santa Cecilia

“Jazz on Movie”: musica e cinema s’incontrano al Santa Cecilia

Fin dai suoi inizi, quando ancora non aveva voce, il cinema registrava il bisogno di accompagnare le proprie immagini con la musica; poi, con l’arrivo del sonoro, il cinema si è affinato, e quello che era solo all’inizio un delicato idillio si è inevitabilmente trasformato in una imprescindibile collaborazione; la musica è divenuta fonte d’ispirazione per il cinema e, il legame tra queste due armoniose espressioni, ha dato vita ad un unico linguaggio artistico.

Ed è proprio dalla complicità e dall’unione di queste due amabili arti che nasce la rassegna “Jazz on Movie” al Real Teatro Santa Cecilia (Via Piccola del Teatro Santa Cecilia, 5) di Palermo.

La rassegna, organizzata dalla Fondazione The Brass Group e ideata e diretta da Mario Bellone in collaborazione con Gigi Razete, ha iniziato a trasformare, da domenica 22 gennaio, il Real teatro Santa Cecilia in una sala cinematografica all’interno della quale si racconta del rapporto di amore e complicità che lega cinema e musica.

Ogni domenica alle 18.30 sarà proiettato un film a tema, preceduto da presentazione, interventi e clip a cura di Gigi Razete.

L’impaginazione del programma ha privilegiato quelle opere che avessero espliciti riferimenti al mondo del jazz ed ai suoi protagonisti.

La rassegna, che è partita domenica 22 gennaio con “Round midnight – A mezzanotte circa”, film di Bertrand Tavernier del 1986 e vincitore del premio Oscar alla miglior colonna sonora del 1987, la cui proiezione è stata preceduta da una breve introduzione di Eric Biagi e Gigi Razete e dalla proiezione del filmato “Jazz hot”, continuerà domenica 29 gennaio con “Let’s get lost – Perdiamoci”, film del 1988 di Bruce Weber dedicato alla figura di Chet Baker, più volte ospite del Brass Group, e con molti altri capolavori.

Fra gli altri, domenica 26 febbraio sarà proiettato “Sicily Jass – The world’s first man in jazz” di Michele Cinque, proprio in concomitanza col centenario del primo disco della storia del jazz.

E ancora, è prevista per domenica 19 marzo la proiezione di “A proposito di Davis” di Joel ed Ethan Coen, suggestivo spaccato del mondo del folk newyorchese, mentre domenica 2 aprile toccherà a “Quadrophenia” di Franc Roddam, prodotto dagli Who, e tratto dal loro omonimo album del 1973.

Domenica 23 aprile sarà la volta di “A hard day’s night” di Richard Lester, film del 1964 che vede protagonisti i Beatles e che servì da traino per lanciare l’omonimo album A Hard Day’s Night, pubblicato pochi giorni dopo l’uscita della pellicola nelle sale cinematografiche.

Il costo del biglietto è di 5 euro su www.ticksweb.com  e nei punti vendita autorizzati e alla biglietteria del teatro un’ora prima della proiezione.

Per tutte le informazioni: www.thebrassgroup.it

Riguardo Elisabetta Lucia Medaglia

Elisabetta Lucia Medaglia
29 anni, di Palermo, ho conseguito la Laurea Magistrale in Giurisprudenza nel 2014, mi sono abilitata prima come giornalista pubblicista e, in seguito, come Perito Grafologo Professionista , e sono cultore di Filosofia del Diritto presso l'università LUMSA di Palermo .

Leggi anche

sdr

Arte e ospitalità, un progetto che vede coinvolti tanti artisti a Palermo

A caratterizzare il progetto è stata la partecipazione di numerosi artisti: ogni camera, infatti, sarà decorata da un artista che ne darà il carattere distintivo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *