Home / #Ambiente / MareVivo: tra il fiume e il mare c’è di mezzo il fare
Marevivo Sicilia

MareVivo: tra il fiume e il mare c’è di mezzo il fare

Si è svolta giorno 10 luglio scorso un’iniziativa organizzata dai giovani ambientalisti del progetto Open Beach, promosso da MareVivo Sicilia.

La location scelta è la spiaggia della riserva naturale orientata Foce del Fiume Platani.

I ragazzi si sono messi all’opera per bonificare l’area attorno alla foce del fiume, raccogliendo rifiuti di diversa natura, sia ingombranti che pericolosi, come vecchie bombole a gas ricoperte di ruggine, bottiglie di plastica e di vetro, frigoriferi, pneumatici, contenitori di olio per motore ancora pieni e boiler.

Tutti rifiuti che, trasportati dalle acque del Platani, arrivano fino in mare causando grossi danni ambientali.

Un forte gesto che fa sperare in un cambiamento verso il rispetto, la salvaguardia e l’amore per la nostra Terra.

Con il drone di IoStudionews abbiamo documentato le operazioni di bonifica condotte dai giovani ambientalisti di MareVivo Sicilia.

Con questo servizio inizia la collaborazione di Luca Rappa con la redazione di IoStudionews.it

Riguardo Luca Rappa

Luca Rappa
Luca Rappa, nato il 5 Febbraio 1986 a Palermo, ha svolto gli studi per il conseguimento della qualifica di pilota di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto ( Pilota di Volo APR ). Ha collaborato alla realizzazione di progetti ambientali promossi da diverse associazioni, pubbliche e private. Ha concesso l'utilizzo di proprie riprese a programmi televisivi nazionali. Collaborazione stretta con il giornale IoStudio di Palermo.

Leggi anche

policlinico palermo

Risk Management e Organizzazione Sanitaria, in arrivo i primi master

Conclusione della prima edizione del Master Universitario annuale di II livello in “Risk Management e Organizzazione Sanitaria”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *