Home / #Mondo / Il panettone: il re della tavola a Natale e Capodanno
tratto da noidaparma.it
tratto da noidaparma.it

Il panettone: il re della tavola a Natale e Capodanno

Dolce simbolo del natale e della tradizione italiana, il panettone, come ogni anno, domina la scena delle nostre tavole. La sua forma cilindrica, la crosta superiore e le uvette e i canditi, tanto amati e tanto odiati, gli conferiscono l’unicità che lo simboleggia. Le sue origini sono antichissime, la ricetta nasce infatti a Milano nel 1900. Esistono diverse leggende, una delle più accreditate fa risalire la creazione del panettone ad uno sguattero di nome Toni. La sera di Natale, il cuoco della cucina di Ludovico il Moro, presso la quale lavorava il ragazzo, bruciò il dolce, e con gli avanzi rimasti, quali farina, zucchero, uova, burro, scorza di cedro e uvetta, Toni creò “l pan del Toni“, un pane dolce che ebbe subito gran successo tra gli invitati alla cena.

tratto da milanotoday.it
tratto da milanotoday.it

Come tutti i prodotti tradizionali, il panettone per essere tale, deve seguire le regole del disciplinare di produzione che spiega quali devono essere gli ingredienti utilizzati e quelli che non si possono aggiungere come per esempio i coloranti ed i conservanti, ed inoltre, come deve avvenire la produzione e le caratteristiche del dolce finito che deve avere sulla confezione il logo che lo certifica come panettone tradizionale milanese. Oggi esistono molte varianti, per i non amanti dei canditi, al cioccolato, al limone, senza uova e allo yogurt ma vanno per la maggiore quelli ripieni di crema come quella al pistacchio. Il panettone, è il vero re delle tavole di fine anno che tra una tombola e un cucù rende più dolci e golose le serate in famiglia.

Riguardo Alessandra La Marca

Alessandra La Marca

Leggi anche

eso1917a

Dalla collisione tra stelle di neutroni l’identificazione di un elemento pesante

Per la prima volta si vede nello spazio, grazie a osservazioni con i telescopi dell'ESO, uno degli elementi usati nei fuochi d'artificio, appena creato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *