Home / #scoprisicilia / Il 26 e 27 agosto con “La Sagra del Grano”, a Baucina, si riscopre la Sicilia perduta guardando al futuro
Sagra del Grano (5)

Il 26 e 27 agosto con “La Sagra del Grano”, a Baucina, si riscopre la Sicilia perduta guardando al futuro

Si svolge sabato 26 e domenica 27 agosto, a Baucina, la “Sagra del Grano” organizzato dalla Pro Loco Baucina.

Le iniziative promosse prendono il via sabato 26 alle ore 10.00 presso il Salone Pappalardo dove si terrà l’attività seminariale “Dialogo di Comunità. Oikomuseo: nuovi linguaggi per raccontare il patrimonio identitario”. Interverranno gli esperti in programmazione e sviluppo locale Aurelio Coppola e Francesco Grimaldi, e i docenti dell’Università degli studi di Palermo, Marcello Panzarella, ordinario di composizione architettonica e urbana, e Andrea Piraino, ordinario di diritto pubblico.

Il dialogo verterà sul tema dell’ecomuseo e  si propone di avviare un ragionamento che porti alla creazione di buone pratiche volte allo sviluppo di un  movimento che istituisca una rete ecomuseale capace di conservare e di promuovere.

Domenica 27 agosto sarà densa di appuntamenti all’insegna della valorizzazione delle tradizioni. In  particolare sarà anche possibile assistere alla pisata, la pratica mediante la quale dalle spighe si producevano il grano e la paglia.

Dalle ore 9.30 in Via Alcide De Gasperi sarà fruibile la mostra degli utensili antichi legati alla vita domestica e alla vita agropastorale. Contestualmente sarà possibile visitare la mostra “A cu apparteni?” La mostra sarà fruibile tutto il giorno.

Sagra del Grano (2)Alle ore 16.30 nel Corso Umberto I si potrà assistere alla pisata. Una retina di due cavalli all’interno di un area delimitata pesterà le spighe fino a separarne i due prodotti: il grano e la paglia. Successivamente la paglia è stata separata dal grano nella spagghiata. Infine il grano sarà passato dal crivu, un setaccio che pulirà il prodotto finale che sarà  raccolto secondo tecniche antiche dentro le visazze. La paglia infine sarà raccolta dentro i rutuna e caricata su un mulo. Alle 19.30 poi si terranno delle dimostrazioni della produzione del pane, della pasta, e della salsa.

Alle 20.30, in piazza Garibaldi inizierà la degustazione dei prodotti tipici legati al grano contemporaneamente partirà la proiezione di filmati d’epoca e di interviste sugli antichi mestieri. Infine, alle 22.00 si esibiranno i Tintoria Abusiva.

Risalendo verso le colline, per un giorno sarà allora possibile rivivere una Sicilia ormai sconosciuta che Vittorio De Seta racconto nel suo la Parabola d’Oro. Una Sicilia che però ha visto stratificare elementi culturali millenari che negli ultimi cinquanta anni sembrano essere stati dimenticati cosicché il prodotto finale non è un semplice evento ma il tentativo di rubare notizie all’oblio.

 

Riguardo Andrea Cannizzaro

Andrea Cannizzaro
Nato il 29 luglio 1994 a Palermo dove frequento il corso di studi in Giurisprudenza. La mia mail è andreacannizzaro94@gmail.com

Check Also

22330807_10214674420403631_1003668845_n(1)

Studenti e docenti in Assemblea contro le politiche del MIUR e il de-finanziamento dell’Ateneo

Venerdì 6 ottobre si è tenuta la prima Assemblea di Ateneo promossa dagli studenti e docenti dell'Università degli Studi di Palermo contro le politiche del MIUR e contro il de-finanziamento dell'Ateneo palermitano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *