Home / #EatSicily / Algerini, specialità palermitana
dolci
http://www.fratellirosciglionesrl.it/?page_id=349&lang=it

Algerini, specialità palermitana

La tradizione culinaria di Palermo è uno dei tanti motivi che ogni anno attira migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo. Ora che la calda stagione è arrivata, le strade della città si affollano di persone alla ricerca di un posto fresco in cui poter degustare gli squisiti piatti siciliani.

Ma se le roventi giornate di sole impediscono spesso di mangiare piatti caldi e poco digestivi, al contrario, non c’è stagione che tenga per chi vuole assaggiare i prelibati dolci nostrani. Cannoli, cassate, sette veli, dolci di ricotta, alle mandorle, al pistacchio o ai finocchi. Chi arriva ha solo da scegliere.

Non tutte le specialità siciliane tuttavia godono della stessa fama, nonostante possano vantare la stessa bontà. Chi arriva a Palermo, per esempio, raramente prova gli algerini che, invece, insieme alle reginelle, sono i biscotti più diffusi nel capoluogo siciliano e nella sua provincia. Quasi tutti i forni li producono in ogni periodo dell’anno, tanto che per gli abitanti del posto, gli algerini sono tra i dolci più popolari.

Nulla si sa delle loro origini o del motivo che ha spinto ad attribuire tale nome, infatti la popolazione africana in questione non ha mai sviluppato particolari relazioni con la Sicilia. Le tante incursioni piratesche avvenute nei mari dell’isola durante l’Ottocento, pare non abbiano una facile correlazione con la storia di questi dolci.

Per la ricetta servono:
500 g di farina 00
175 g di zucchero
175 d di burro o strutto (che darà al biscotto un gusto più croccante)
1 uovo
Una presa di sale
1 bustina di lievito o 5 g di ammoniaca per dolci
Latte q. b.

Per la decorazione: zucchero a velo q. b.

http://www.dolcisiciliani.net
http://www.dolcisiciliani.net

Lavorare bene il tutto e lasciarlo riposare in frigo per due ore. Stendere la pasta dandole uno spessore di tre-cinque millimetri, usando stampini rotondi dentellati per conferire la forma classica dei biscotti. Mettere in forno a 220° per 10 minuti, poi a 150° per altri quindici minuti. Lasciar raffreddare e stendere lo zucchero a velo. Adesso sono pronti per essere mangiati… Buon appetito!

Riguardo Miryam Lo Dato

Miryam Lo Dato
Laureata in Lettere presso l'Università degli Studi di Palermo, specializzata in Filologia Moderna e Italianistica.

Leggi anche

Arancina’s day: fra gusto e tradizione

La lista delle arancine più buone di Palermo. C'è solo l'imbarazzo della scelta. Con carne, al burro, ai formaggi, vegetariana, al salmone, con la salsiccia e persino al cioccolato, sono tanti i gusti tra cui poter scegliere e da gustare in compagnia o da soli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *