Home / #OltreUnipa / Inaugurate tre nuove stazioni a Palermo. Cambiano gli orari dei treni
lolli

Inaugurate tre nuove stazioni a Palermo. Cambiano gli orari dei treni

Nel pomeriggio di martedì 16 febbraio a Palermo sono state inaugurate le tre nuove fermate del passante ferroviario: Maredolce, Guadagna e Lolli. Hanno partecipato il ministro per le infrastrutture Graziano Delrio, l’amministratore delegato di Rete ferroviaria italiana Maurizio Gentile e il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Si è trattato di un traguardo molto atteso dai palermitani, i quali, con l’attivazione delle stazioni, vedono un ulteriore passo di quella che per il sindaco Orlando è una vera e propria rivoluzione della mobilità, iniziata col tram e che continuerà con l’istituzione di due Zone a traffico limitato, prevista per aprile.

La stazione Lolli si trova a poco più di 500 metri dal teatro Politeama e rappresenterà una valida alternativa all’automobile per raggiungere il centro di Palermo. La stazione Guadagna, invece, servirà gli abitanti della periferia sud di Palermo. Qualche ritardo si registra su Maredolce, che dovrebbe aprire i battenti in un secondo momento. Delle stazioni Guadagna e Lolli si potrà usufruire già a partire da mercoledì. Inoltre i treni subiranno variazioni di orario (alcuni di essi partiranno 3-4 minuti prima).

Il passante ferroviario è il raddoppio dei binari fino all’aeroporto “Falcone e Borsellino” e sarà in parte in superficie e in parte interrato. È prevista per settembre l’apertura delle stazioni di Isola delle Femmine, Capaci, Ciachea, Carini, Piraineto e Punta Raisi, che attualmente sono chiuse, con i disagi che i pendolari, in particolare i lavoratori e gli studenti della provincia, conoscono bene.

Riguardo Eliseo Davì

Eliseo Davì
Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e ho collaborato con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.

Leggi anche

IMG-20190405-WA0027

Dall’infanzia alla legalità. Apre un centro diurno in un bene confiscato alla mafia

Un bene confiscato alla mafia torna a vivere per un futuro migliore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *