Home / #OltreUnipa / Intervista al comico siciliano Roberto Lipari, vincitore a “Eccezionale Veramente”
roberto lipari

Intervista al comico siciliano Roberto Lipari, vincitore a “Eccezionale Veramente”

È con una rosa al contrario nel taschino della giacca che il comico siciliano Roberto Lipari, reduce dalla vittoria nel programma tv “Eccezionale veramente”, si è presentato alla conferenza di ufficializzazione del comitato promotore dell’Ecoparco Pizzo Muletta di Capaci, per sostenere il progetto della realizzazione di un parco pubblico.

Il Comitato è nato nel 2013 per volontà di alcuni cittadini preoccupati per le sorti di un bene confiscato alla mafia, l’ex cava Sensale, presente nel territorio di Capaci, da ventiquattro anni in stato di abbandono ed inutilizzo. Si tratta di una tenuta di 103.000 mq complessivi in cui un costone roccioso, Pizzo Muletta, fa da scenografica e straordinaria quinta scenica ad un vero e proprio polmone verde caratterizzato da olivi, mandorli e carrubi secolari, e anche da porta verso itinerari archeologici, speleologici e paleontologici poco conosciuti. In pochi lo sanno, ma anni fa i paleontologi Vittorio Garilli e Francesco Pollina sono stati autori della scoperta di DinoSaro, il dinosauro di Capaci, vissuto circa 90 milioni di anni  fa, che ha rimesso in discussione la paleogeografia di quell’epoca. Il comitato si propone di restituire la fruibilità del bene alla cittadinanza e di farne un luogo in cui coltivare anche la memoria degli eroi civili della strage di Capaci del 23 Maggio 1992.

Ospite d’eccezione è stato Roberto Lipari, che ha deciso di dare il suo sostegno al comitato, regalando agli ospiti uno sketch comico. “Qui potenzialmente potrebbe esserci il nostro parco della vittoria! Capaci purtroppo è conosciuta in tutto il mondo per la strage”, ha spiegato, “ma come diceva De Andrè ‘dal diamante non nasce niente, dal letame nascono i fiori’: ecco questa è l’occasione migliore per rendere questa cacca frutto e fare un bel parco”. Eccezionale Veramente è stato per lui il vero trampolino di lancio verso il successo, ma all’inizio non voleva partecipare al programma. “Le storie più belle cominciano così”, ha dichiarato, “poi è andata bene. La cosa bella è che si creato questo affetto da parte di tutta la Sicilia. È stato bello! L’affetto della gente vale più dei soldi… che fra parentesi ancora non ho visto!”, ha continuato scherzando.

Sabato 11 giugno ha presentato ad “Una Marina di Libri” la sua prima opera letteraria, “Cara accademia della Crusca ti scrivo: le 101 parole siciliane suggerite da Roberto Lipari”, scritto con Simore Riccobono e con la prefazione dei Soldi Spicci. “Questo libro parte dal mio video ‘Petaloso’, che ha fatto il giro del mondo, nel quale io dico all’Accademia della Crusca che se ha messo ‘petaloso’ dentro il vocabolario perché non mette tutte queste parole? La cosa bella è che mi ha risposto l’Accademia della Crusca per dirmi che non è ufficialmente nel vocabolario, l’hanno solo proposto”. Alla fine Roberto ci svela il significato della rosa al contrario nel taschino: “Quello che si può fare con quel parco metaforicamente si può raccontare come prendere una cosa e capovolgerla. Io dico sempre che le cose più brutte, se sei bravo a capovolgerle, diventano bellissime. E così un gambo brutto può diventare una bella rosa!

Riguardo Eliseo Davì

Eliseo Davì
Ho scritto un romanzo storico, "Societas", edito da BookSprint Edizioni. Sono Direttore del blog di informazione online "Il giornale di Isola" e ho collaborato con "L'ora". E nel frattempo studio, frequentando la facoltà di Giurisprudenza di Palermo.

Leggi anche

agenda autismo

Autismo: nasce Blue Diary, l’agenda visiva gratuita che facilita la vita agli autistici

Per facilitare la vita agli autistici è nata l’agenda visiva gratuita Blue Diary, sviluppata dalla Gaudio Onlus, in …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *