Home / #Ambiente / Il Borgo dei borghi è la Sicilia
foto di Marcello Karra
foto di Marcello Karra

Il Borgo dei borghi è la Sicilia

A vincere la competizione “Il Borgo dei borghi” promossa dalla trasmissione di Rai 3 “Alle falde del Kilimangiaro” è Sambuca di Sicilia. Ogni anno la gara vede protagonisti venti tra i Borghi più belli, uno per ogni Regione. La competizione è stata vinta da Gangi nel 2014 e da Montalbano Elicona nel 2015.

Con circa seimila abitanti, Sambuca di Sicilia è un paese adagiato sulla Valle del Belice, in provincia di Agrigento. Si trova a pochi chilometri da Menfi, Sciacca e dal Parco archeologico di Selinunte.

Per la terza volta consecutiva viene premiata la nostra Trinacria, segno di come natura dei territori e storia siano legate indissolubilmente, rendendole il giusto titolo di Borgo d’Italia.

Sono proprio le caratteristiche culturali a far primeggiare la Sicilia quanto a bellezza: la dominazione greca le conferì cultura classica, quella romana la rese prima Provincia Romana, quella araba la fece diventare epicentro commerciale; cosi come mantenne il suo splendore durante il Regno normanno-svevo, a cui seguì la conquista angioina, la dominazione aragonese e borbonica.

Tuttavia, visti i sempre più numerosi segni di abbandono, la grande sfida attuale di questa terra bellissima ma maltrattata è mantenere e non lasciare degradare il suo patrimonio culturale.

La Sicilia è il paese delle arance, del suolo fiorito la cui aria, in primavera, è tutto un profumo… Ma quello che ne fa una terra necessaria a vedersi e unica al mondo è il fatto che, da un’estremità all’altra , essa si può definire uno strano e divino museo di architettura.” (G. de Maupassant)

Riguardo Salvatore Casarrubea

Salvatore Casarrubea
Classe '94, diplomato al Liceo Classico, attualmente frequento la facoltà di Giurisprudenza. Mail: salvocasarrubea@gmail.com

Leggi anche

Mother breastfeeding child

Allattare, le ragioni spiegate alle giovani donne in 60 secondi

Il latte materno non è solamente il miglior alimento possibile per ogni neonato, ma è …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *