Home / #Ambiente / Addiopizzo: festa del consumo critico dal 19 al 21 Maggio
festa-consumo

Addiopizzo: festa del consumo critico dal 19 al 21 Maggio

Dal 19 al 21 maggio si svolgerà la dodicesima edizione della festa/fiera organizzata dall’associazione Addiopizzo, conosciuta a Palermo per il suo impegno nella battaglia contro le associazioni malavitose. Si tratta di una vera e propria festa di solidarietà, in cui i veri protagonisti sono i numerosi commercianti del palermitano, i quali hanno avuto il coraggio di denunciare  le violenze e le estorsioni subite. Da quest’anno Addiopizzo accompagna anche i commercianti del centro di origine straniera.

Durante i tre giorni della dodicesima edizione, la fiera di Addiopizzo si svolgerà in via Maqueda,  che rappresenta un luogo simbolo dell’associazione, poichè lì lavora il gruppo di commercianti bengalesi che ha deciso di aderire al progetto dell’associazione, mentre lo spettacolo si svolgerà a piazza Verdi.

festa-addiopizzo

Un programma ricco anche quest’anno,con il corteo degli studenti e dei denuncianti, i quali sfileranno tra le vie del centro storico, sino a Piazza Verdi; i numerosi dibattiti, incontri e visite guidate al fine di sensibilizzare i pubblico ai temi e alle pratiche promosse dall’associazione;  artisti di strada, i quali si esibiranno a titolo gratuito per sostenere Addiopizzo; e lo spettacolo presentato da Cristiano Pasca, con la partecipazione straordinaria di  iSoldiSpicci, iSansoni, Ivan Fiore, Mario Incudine, Swingrowers, Tamuna, Othelloman, Le Matrioske, Ponente Seggio, i Matrimia, le Formiche, i Tre Terzi, Alessandra Salerno, Daria Biancardi, Giulia Mei, la Compagnia S’kalsa, gli Ottoni Animati, Jack & the Starlighters, Roberto Pizzo e Lorenzo Pasqua sotto la direzione artistica della TIZ di Tiziano Di Cara. Immancabile la presenza di Pif.

E’ previsto inoltre, anche quest’anno il Miusic Avuord, lo spazio dedicato a giovani band locali, a fine di valorizzare le realtà artistiche emergenti. Al vincitore sarà offerta la registrazione di un singolo, dalla Music Academy Network di Palermo.

Riguardo Mariacarmela Misuraca

23 anni, Ribera. Laureata in Studi Filosofici e storici presso l'Università di Palermo. Attualmente sono iscritta al secondo anno di Scienze filosofiche.

Check Also

le parole rubate

Al Teatro Massimo “Le parole rubate”, dramma giornalistico di una storia ineffabile

Partendo dal furto degli appunti di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, "Le parole rubate" racconta l'amarezza dell'ineffabilità di quella storia di domande e di uomini. Domande e uomini che alla fine dello spettacolo vengono proiettati sui lenzuoli bianchi stesi dai palchetti, in segno di "richiesta di verità e di giustizia". È opportuno sperare che lo spettacolo venga ripetuto e sia divulgato al meglio in ossequio a quella funzione paideutica che il Teatro Massimo vuole e deve avere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *